Di Tallinn, di Miami e del National Geographic Traveler

Va ora in onda una breve pausa pubblicitaria. Del resto non è che mi succeda tutti i giorni di avere due pezzi e foto di copertina pubblicati sul National Geographic Traveler, giusto?

I due articoli in questione trattano di due città cui sono particolarmente affezionato. La prima è un po’ scontata, dal momento che ci abito: Tallinn. Meno scontato è raccontarla d’inverno, quando la neve ricopre le strade e soprattutto i marciapiedi, sui quali si rischiano dei voli pazzeschi. Soprattutto se sotto c’è un bello strato di ghiaccio mimetizzato nel candore dei fiocchi appena scesi. Anyway, Tallinn d’inverno è meravigliosa. Tranne a Natale, quando s’ingolfa di turisti che si fiondano al mercatino più bello del mondo, almeno a detta di autorevoli testate internazionali. Per quanto mi riguarda il mercatino natalizio mi ha un po’ rotto, quindi preferisco infilarmi nei vicoli laterali o magari nel parco di Kadriorg, che più fotogenico di così non si può. Se non erro dovrebbe esserci una foto al riguardo.

La seconda città è Miami, che non è solo Miami Beach, per fortuna, ma anche Wynwood – un pazzesco quartiere-museo di street art internazionale – e magari anche il posh-issimo Design District, che ultimamente è migliorato e si è dotato di un bel museo d’arte contemporanea e di un parcheggio fuori di testa. Volendo stafare suggerirei di fare un salto anche a Little Havana, che come facile intuire altro non è che il quartiere cubano: ci trovate manifatture di sigari e locali niente male dove ingurgitare un mojito e ascoltare musica dal vivo. In ogni caso, se state per partire per Tallinn o per la Florida, magari mettetevi in borsa il National Geographic Traveler che può tornarvi utile! E soprattutto non dovrete messaggiarmi nel cuore della notte per chiedermi questo e quello 😉 Dovrebbe essere in edicola fino a fine febbraio, se la memoria non mi inganna…

(Visited 58 times, 1 visits today)