Destination

Credo fossi in quarta superiore, quando un mio compagno di classe mi fece ascoltare questo strepitoso album degli australiani The Church: Starfish. Fu amore al primo ascolto, tanto che chiesi, e gentilmente ottenni, una copia su cassetta del medesimo, che ancora conservo. Ma per quanto la band fosse australiana, ogni qual volta schiacciavo play, si materializzava davanti ai miei occhi una nebbiosa brughiera inglese, osservata dal finestrino di un treno in movimento. Vero, ai tempi avevo visto quasi solo l’Inghilterra, fuori dai confini italici, ma anche ottanta paesi dopo, la sensazione rimane la stessa: per quanto mi sforzi non riesco davvero ad associare Starfish all’Outback australiano o a Bondi Beach. Destination, nome emblematico, è uno dei pezzi più belli di Starfish.

(Visited 18 times, 1 visits today)