Cover Story: il fante di quadri, Mosca e un certo Ilya

Mosca, dicembre 1910. A occhio e croce doveva fare freddino,  da qualche parte sotto lo zero. E allora niente di meglio di un bel vernissage per riscaldare l’anima e magari anche il corpo, con un bel bicchierino di vodka. Il vernissage in questione si chiama Fante di Quadri e raccoglie nell’attuale capitale russa (al tempo era San Pietroburgo) un bel gruzzolo di opere cubiste (Henri Le Fauconnier, André Lhote, Albert Gleizes and Jean Metzinger…) e di quattro artisti russi espulsi – nientedimeno – dalla Scuola di pittura, scultura e architettura di Mosca per simpatie sinistroidi. Scopo ufficiale della mostra, “offrire ai giovani artisti russi con difficoltà nell’essere accettati presso le mostre condizionate dall’indolenza e il cameratismo delle nostre alte sfere artistiche, la possibilità di percorrere la strada principale”. Io avrei spezzato la frase in due, ma il concetto dovrebbe essere abbastanza chiaro.

Col passare degli anni il Fante di Quadri si trasformò da mero titolo di una mostra in uno dei più importanti gruppi artistici dell’avanguardia russa. Rimarrà attivo fino al 1917, anno in cui Lenin e compagni decisero di scompigliare le carte della storia. Del Fante di Quadri faceva parte  Ilya Mashkov, nativo di Mikhailovskaya (oggi Uryupinsk), una cittadina dalle parti di Volgograd. Fu espulso dalla suddetta scuola moscovita nel 1909, ma ciò non gli impedì di diventare un nome nella storia dell’arte russa e internazionale. Giusto per capirci, nel 2013 fu battuta all’asta da Christie’s a Londra una sua “Natura morta con frutta” per la modica cifra di 7,3 milioni di dollari. Solo qualche settimana fa, invece, il sottoscritto ha fatto un giro a Mosca in occasione di un futuro reportage per Bell’Europa, e aggirandosi per la spettacolerrima galleria nuova Galleria Tret’jakov è incappato in alcune sue opere.

La cover s’intitola “Ritratto di un uomo sconosciuto con un fiore nell’occhiello” ed è un’opera del 1910. Dello stesso anno il dipinto sottostante, ritratto femminile di E.I. Kirkcaldy, personaggio la cui biografia ci sfugge. Chi avesse piacere di appagare il proprio senso estetico con altre opere di Mashkov può accomodarsi qui.

Ritratto di E.I. Kirkcaldy (1910).
(Visited 81 times, 1 visits today)